Catechesi del 18/03/2013

Croce Ado

 

Dove abita Dio?

 

La storia di Eisik di Cracovia

Rabbì Bunam era solito raccontare la storia di Rabbì Eisik di Cracovia.

Questi ricevette in sogno l’ordine di andare a Praga per cerca un tesoro sotto il ponte che conduce al palazzo reale.

Eisik si mise in cammino.

Il ponte però era sorvegliato giorno e notte dalle sentinelle ed egli non ebbe il coraggio di scavare nel luogo indicato.

Tuttavia ritornava al ponte tutte le mattine.

Alla fine il capitano delle guardie che aveva notato il suo andirivieni, gli si avvicinò e gli chiese amichevolmente se avesse perso qualcosa o se aspettasse qualcuno.

Eisik gli raccontò il sogno che lo aveva spinto fin lì dal suo lontano paese.

Il capitano scoppiò a ridere: “e tu credi ai sogni? E sei venuto a piedi fin qui? Stai fresco a fidarti dei sogni. Allora anch’io avrei dovuto mettermi in cammino per obbedire a un sogno e andare fino a Cracovia, in casa di un ebreo, un certo Eisik, per cercare un tesoro sotto la stufa. Ma scherzi?” e si mise a ridere nuovamente.

Eisik lo salutò, tornò subito a casa e dissotterrò il tesoro con il quale costruì la sinagoga.

Ricordiamoci bene di questa storia, aggiungeva Rabbì Bunam.

Dobbiamo cogliere il messaggio che ci rivolge:

c’è qualcosa che nessuno vede in nessuna parte del mondo, eppure esiste un luogo in cui lo puoi riconoscere e solo tu la puoi trovare.

 

Qualche riflessione

  • C’è una cosa che si può trovare solo in un unico luogo al mondo.
  • È un grande tesoro: è il tesoro che rende bella, piena di significato, ricca, colorata, felice e viva la tua vita.
  • È un tesoro che, soprattutto in alcuni momenti della vita sentiamo il bisogno di cercare e di trovare.
  • Il luogo in cui si trova questo tesoro è quello in cui ci si trova a vivere, nella nostra realtà di ogni giorno. Occorre cercarlo proprio là dove siamo stati posti, dove scorre la nostra vita, sotto la stufa della nostra vita.
  • Dobbiamo scavare, andare in profondità, perché è sotto la nostra vita di ogni giorno, nel cuore della nostra vita quotidiana, non è in superficie.

 

“dove abita Dio?”

Un giorno in cui riceveva ospiti molto istruiti, Rabbì Mendel li stupì, chiedendo loro a bruciapelo: “dove abita Dio?”

Quelli risero di Lui e gli riposero: “ Ma che vi prende? Il mondo non è forse pieno della sua gloria?”

Ma il Rabbì diede lui stesso la risposta alla domanda:

”Dio abita dove lo si lascia entrare”.

 

Qualche domanda per riflettere

Nella nostra vita ho fatto qualche esperienza forte?

Ho fatto incontri che mi hanno cambiato, mi hanno fatto pensare seriamente, mi hanno aiutato a scoprire il tesoro nascosto nella vita, mi hanno portato a prendere delle decisioni forti?

don Enrico

Allegati: 

Destinatari: