Catechesi 1a m. - 1a tappa

Croce Ado

Chi-amati
1ª tappa della catechesi: fino a Natale

 

Il cammino dell’anno
            Può essere suddiviso il tre tappe:
1) Chi-amati
2) La Chiesa
3) Lo Spirito Santo

Ogni tappa è bene considerare
1) La catechesi da fare
2) La celebrazione nella comunità
3) La vita quotidiana ( famiglia, scuola
4) La vita di oratorio

La 1° tappa: CHI-AMATI
       Obiettivi

La catechesi: siamo chi-amati
            La nostra vita è una chi-amata
            Anche quest’anno il Signore ci chi-ama
La celebrazione: la nostra risposta alla chi-amata
            di Gesù alla Cresima
Nella vita quotidiana: le nostre risposte alla chi-amate:
            La chi-amata del Battesimo (preghiera quotidiana)
            La chi-amata della comunione (Messa della domenica)
            La chi-amata alla Cresima
Oratorio: dove chiamarci tutti per nome

Incontro: partire dallo slogan dell’oratorio
Slogan: ““A tutto campo “
            Leggere la parabola del Vangelo di Matteo 13,24-30/36-43).
Il campo è il mondo, è la nostra vita, è la scuola, la nostra famiglia, i nostri amici … (possiamo continuare l’elenco) qui siamo chiamati a seminare il buon grano e qui siamo chiamati a scoprire e a cogliere i frutti buoni.
Il mondo viene dalle mani di Dio, la nostra vita con tutto quello che c’è viene dalle mani di Dio, a noi il campito di coltivare questo campo e fare frutti buoni.
Questo slogan lo riprenderemo lungo l’anno
Far disegnare lo slogan e colorarlo.
Dobbiamo imparare bene anche il canto dell’oratorio …

Incontro:  La prima e più grande chi-amata è la vita.
Noi siamo chi-amati a vivere

CHI-AMATI
La chi-amata è è sentirsi amati; chi ci chi-ama ci vuole bene.
Che cosa è la vita?
La vita è un dono e un compito, una missione
La vita è un insieme di perché
La vita è una storia fatta di passato, presente, futuro
La vita è un miracolo, perché stupisce sempre
La vita è una cammino fatto di tappe
La vita è una chi-amata che domanda una risposta
………. .
Quante chiamate. Poi, ci sono nella nostra vita …..
Le possiamo elencare …
Chiamate che ci vengono fatte ogni giorno …
      La nostra giornata è ricchissima di chiamate …..dal mattino quando ci alziamo fino alla sera ….
Ma ce ne sono state alcune veramente importanti
      che hanno segnato la nostra vita
La Chi-amata del Battesimo
      Quando? Ognuno deve ricordare la sua data.
      È una chiamata importante
      Proviamo a fare questa domanda ai nostri genitori:
      Perché i nostri genitori hanno voluto, hanno scelto  che ricevessimo il battesimo?
Nel battesimo noi siamo chi-amati per nome:
      A diventare figli di Dio e a chiamare Dio Padre ( Mt.6,9; Mt. 18,19
            Gv.16, 23-27
      A seguire Gesù, a imitare Lui (Mc.1, 17; Mt. 16,24 …)
      A non dimenticare mai che Dio ci ama ed è sempre pronto a perdonarti nel sacramento della confessione (Mt. 6,12), ma anche tu devi perdonare (Mt. 18,21 ss)
      A vivere nella comunità cristiana: gli altri sono fratelli (Gv. 13,34-35 …
            Mt. 5, 44-45)
Concretamente è importante richiamare la regola di vita.
La regola è una chiamata che ci viene fatta continuamente.
La Chi-amata della comunione
Ogni domenica il Signore ci chi-ama a incontrare Lui, a fare comunione con Lui. È una chi-amata che non va rifiutata
Dice Gesù (Gv.6,48): Io sono il pane che dà la vita
Gesù ci chia-ama a mangiare il pane che dà la vita:
Il pane si mangia, mangiare
La vita si vive, vivere
1) Mangiare non vuol dire solo mangiare il pane, prendere la particola, si mangia, ci si nutre anche quando si ascolta la Parola, si osservano i comandamenti (Gv.14,15.23-24)
2) vivere la vita per Gesù è spenderla nell’amore, nel perdono.
         Se uno vuole vivere la sua vita deve donarla, perché se non la dona la perde.( cfr. Mt. 16,25)
         Concretamente vuol dire (Gv.13,35) amarsi reciprocamente
Mc. 9, 41 dare il bicchiere d’acqua
Mt. 25,40 fare ciò al fratelli più piccolo
Possiamo tentare di tracciare una piccola regola della comunione e della comunità che ci può aiutare a vivere la Messa della domenica.
Ecco i punti della regola:
la domenica sempre a Messa con la comunità.
1) La messa ci chiama a fare comunione con Gesù,
            * Comunione con la sua Parola che va ascoltata attentamente,
            messa nel cuore, ricordata, soprattutto messa in pratica per
            costruire la nostra vita sulla roccia e non sulla sabbia ( Mt. 7, 24 - -27),
          * Comunione con il corpo di Gesù per vivere come lui  (Gv. 5, 56)
         ( La comunione con Gesù domanda la preghiera ogni giorno,
            la Confessione almeno una volta al mese, il catechismo sempre)
2) La Messa ci chiama a fare comunione con i fratelli:  
            Non possiamo partecipare alla Messa arrabbiati con qualcuno,
            dobbiamo prima fare la pace ( cfr. Mt. 5, 23)
            Dal volerci bene gli altri conosceranno che siamo discepoli di Gesù (Gv.13,35):
            (La fraternità, il volersi bene, ldomanda di frequentare l’Oratorio)
3) La messa ci chiama fare comunione con i poveri
      Chi incontra Gesù a Messa non può dimenticare i poveri.
      l povero va visto, ascoltato, aiutato, non scnsata
             ( Cfr. la parabola del samaritano Lc.10,25) )
      Basta dare anche solo  un bicchiere d’acqua fresca, purché sia fresca (Mc.9,41; Mt.10,42)
      La Messa deve continuare nella nostra vita.
La Chi-amata alla cresima
Leggiamo Marco 3,13:
Gesù in questo brano ci fa cinque chiamate
1) Gesù ci chi-ama a salire sul monte
      Il monte è il luogo del silenzio, della preghiera, dell’ascolto di Dio che chi-ama..
Se non si sale sul monte, se non si fa un poi’ di silenzio non si può ascoltare Gesù che ci chi-ama.
      Ogni giorno occorre trovare qualche minuto di silenzio
2) Gesù ci chi-ama per nome
Il nostro nome è nel suo cuore, noi siamo amati.
È una chiamata personale: nel cuore di Gesù c’è una parola per ciascuno di noi, una chiamata unica.
La cosa più importante della nostra vita è ascoltare questa chiamata.
Dobbiamo imparare a stare davanti a Gesù
3) Gesù ci chi-ama a far parte della sua comunità
Ne costituì dodici, sono i suoi, sono i discepoli, sono quelli che ascoltano la sua parola, la sua chi-amata, sono la sua Chiesa. …
La comunità è fatta da quelli che appartengono a Gesù e, perché appartengono a Gesù si riconoscono come fratelli
4) Gesù ci chi-ama a stare con Lui, cioè a diventare suoi discepoli,
            ad andare alla sua scuola, a vivere un rapporto tutto particolare
            con Lui:
stare con Lui con gli occhi e le orecchie: leggere e ascoltare la sua Parola
stare con Lui con il cuore, la preghiera
stare con Lui con i piedi, seguirlo, andargli dietro, non davanti, fare quello che ha fatto Lui
stare con Lui con le mani, amare come ha amato Lui
5) Gesù ci chi-ama per mandarci a scacciare i demoni e
            a predicare la sua Parola
      * scacciare i demoni vuol dire lottare contro la menzogna,
            contro tutto ciò che fa del male all’uomo, contro la violenza, l’invidia,
            Ci chiama a diventare costruttori di pace …
      * predicare il Vangelo vuol dire
essere contenti di essere cristiani
non aver vergogna del vangelo
saper rendere ragione della nostra fede

Questa è la chi-amata alla Cresima
            la chiamata che Gesù quest’anno rivolge a noi:
            diventare discepoli e testimoni

Don Enrico

Allegati: 

Destinatari: